Stampa questa pagina

Prestito Locale

Prestito Locale
Oggetto del prestito è il patrimonio documentario della biblioteca in originale o in riproduzione con mezzi tecnici che ne garantiscano la conservazione nel rispetto delle vigenti norme sul diritto d'autore. Il prestito dei documenti si effettua durante gli orari di apertura al pubblico. Nessun libro può essere dato in prestito o in lettura se prima non è stato inventariato e catalogato secondo le norme d'uso. Sono di regola esclusi dal prestito: le opere di consultazione (enciclopedie, dizionari, cataloghi e repertori bibliografici, atlanti, ecc.); periodici; tutti i documenti su supporti non cartacei (cd-rom, floppy disk, microfilm e microfiches, pellicole, videocassette, dischi, diapositive, ecc.); libri rari e di pregio; tesi di laurea; libri considerati dalla biblioteca di particolare rilevanza bibliografica in rapporto alla specificità ed integrità della propria raccolta; libri in stato di degrado.
 
Il prestito è concesso a tutti gli utenti in possesso della tessera della biblioteca. Per l'ammissione al prestito essi devono compilare un apposito modulo prestampato e fornire un documento di riconoscimento. L'utente ammesso al prestito è tenuto a comunicare eventuali cambiamenti di residenza e/o domicilio. Agli utenti non possono essere dati in prestito più di tre volumi complessivamente. Il prestito avrà una durata massima di 15 giorni e può essere rinnovato se nel frattempo l'opera non è stata richiesta da altri lettori.
Ultima richiesta delle opere: ore 12.30